Hubspot vs Salesforce: qual è il miglior tool per il marketing

Finalmente, la sfida che decreterà il miglior tool per il marketing è qui: HubSpot vs Salesforce. Quale dovrebbe scegliere un business?

Di scontri tra titani, nel mondo del marketing, ne abbiamo visti tantissimi: io ripenso sempre all’eterna lotta tra Mac e PC (Apple vs Windows), con tutta quella serie di spot fuori di testa.

Oggi, sul ring di Larin Group, si scontrano due CRM che non hanno bisogno di presentazioni, quindi andiamo dritti “ai punti”: se dovessimo scegliere, quale sarebbe il miglior strumento di marketing per un business, HubSpot o Salesforce?

Aspetta ancora un secondo: se sei già orientato verso l’email marketing, però, ti conviene leggere direttamente questo “resoconto” del match tra ActiveCampaign e Mailchimp!

Pre-match HubSpot vs Salesforce: presentazione

Da un lato abbiamo HubSpot, conosciuto ai più come mega strumento di inbound marketing: un tool completo ed efficace, con molti piani di pagamento e una versione gratuita. Salesforce non è da meno: tutti lo conoscono principalmente come software per automatizzare le vendite, con vari servizi “componibili”, per offrire la soluzione più aderente possibile ai bisogni dei clienti..

A guardarli da lontano, i due colossi si differenziano principalmente per il prezzo e l’interfaccia utente: ma se li facciamo “salire sulla bilancia” le particolarità e le funzioni specifiche fanno pendere l’ago verso… 

I prezzi di HubSpot e di Salesforce a confronto

La differenza principale tra HubSpot e Salesforce è il tipo di piani di pagamento.

HubSpot, va detto subito, offre un piano gratuito che include dal ticketing per il servizio clienti alla gestione dei contatti, ma come ti raccontavamo in questo articolo, per avere il massimo da questo strumento bisogna pagare: è ovvio.

La buona notizia è che trovi 6 Hub dedicati a una funzionalità specifica e non sarai costretto a pagare una tariffa devastante per cose che non ti servono: trovi CRM Hub, CMS Hub, Marketing Hub, Sales Hub, Service Hub e Operations Hub, tutti acquistabili separatamente e con un prezzo che varia in base al numero di contatti supportati e account utente che ti servono.

In alternativa, se vuoi tutti gli Hub, i prezzi partono da 41 euro al mese per il piano Starter, 1474 per il Professional e, per le aziende veramente strutturate, il piano Enterprise. In quest’ultimo caso si sfiorano i 5000 euro, ma difficilmente chi parte da 0 avrà bisogno di un HubSpot con questa potenza!

Ma dato che si parla di marketing, vediamo che il costo dell’Hub per promuoverti e acquisire i clienti può essere portato a casa con meno di 500 euro all’anno, circa 41 euro al mese, con ben 1000 contatti.

Salesforce, in tutta risposta, ha piani di pagamento specifici per i suoi servizi, ma non ci sono funzioni gratuite: se vuoi capire come è fatto, puoi iscriverti ad un periodo di prova free

Lato marketing, Salesforce offre un servizio chiamato Marketing Cloud, a sua volta suddiviso in piani per specifiche funzionalità (marketing automation, dati e pubblicità, misurazione e analisi, interazioni in tempo reale), ciascuna a sua volta frazionata in più versioni dal costo variabile: sì, non è proprio semplice capire come comporre il proprio bouquet preferito. Mettiamola più chiara: se ti servono pochi account utente, Salesforce è una buona soluzione.

In conclusione, è possibile avere più utenti e contatti in HubSpot a un prezzo fisso, e per sbloccare tutte le funzioni la versione gratuita non è sufficiente. Con Salesforce, puoi scegliere le funzioni che desideri in base alle tue esigenze componendo il tuo pacchetto, ma pagherai per ogni singolo utente.

CRM “in purezza” e reportistica: qual è la migliore tra le due piattaforme

Lato CRM la lotta è senza esclusione di “lead”: entrambe le piattaforme, lo dicevamo, sono considerate ottimi CRM che possono fare la differenza per le aziende più o meno strutturate

HubSpot si presenta con una dashboard bella potente, con tutti gli strumenti per lavorare sulle Offerte (Fase, Sales di riferimento, Contatti associati), sulle Previsioni di Vendita e l’assegnazione delle Task. Ovviamente, potrai monitorare tutto ciò che accade in ciascuna delle Pipeline di vendita. 

HubSpot fornisce anche un tool per la creazione ultra semplice di form per fare lead generation e dialoga perfettamente con WordPress: potrai creare e personalizzare la tua dashboard con i dati che ti servono, come il numero di form sottoscritti, i lead magnet inviati e/o scaricati ecc.

Alcuni preferiscono Salesforce, soprattutto per le sue funzionalità di reporting che sono più avanzate. Il cruscotto di Salesforce mostra l’intera pipeline a colpo d’occhio, nonché l’importo e la fonte dei ricavi potenziali stimati in base ai dati passati e attuali. Anche in questo caso, è possibile avere un quadro preciso del numero di vendite in corso, del loro valore stimato e del valore delle vendite che alla fine non sono state convertite. 

Se combinati con un bel team Sales, inoltre, gli strumenti di scoring dei contatti di Salesforce sono piuttosto accurati nello stimare la probabilità di conversione. 

Per concludere, c’è da fare un distinguo: in Salesforce, le funzioni di previsione sono incluse nel piano base. Per accedere alle funzioni di previsione delle vendite di HubSpot è necessario passare al piano Professional. 

HubSpot vs Salesforce: cosa scegliere per avere una piattaforma di marketing all-inclusive 

Per le aziende che desiderano uno strumento di vendita e marketing all-in-one, HubSpot offre funzioni per le tue strategie di marketing più complete, è difficile sostenere il contrario. Come dicevamo, queste funzionalità sono disponibili in pacchetti – gli Hub di cui sopra –  e non come strumenti autonomi da acquistare singolarmente (Salesforce). 

Il Marketing Hub dà una panoramica completa delle campagne e dei dati, la gestione degli annunci pay-per-click (PPC), la gestione social media e tutto ciò che serve per fare email marketing. Nel dettaglio, puoi creare campagne pubblicitarie direttamente nel CRM: un plus che molte aziende cercano, soprattutto quando sono agli inizi. Con il CMS Hub di Hubspot avrai inoltre la possibilità di sfruttare suggerimenti SEO per le pagine del tuo sito, oltre a temi e all’editor di design. 

Per essere chiari, anche le funzioni di marketing di Salesforce sono piuttosto ampie e includono: l’automazione delle e-mail, la messaggistica SMS, la creazione di pagine web e molto altro ancora. 

La differenza, anche in questo caso, la fanno i piani di pagamento: in Salesforce questi strumenti si acquistano singolarmente, non in pacchetti, con prezzi tendenzialmente alti e molto variabili. Di conseguenza, l’ostacolo per un’azienda di piccole o medie dimensioni potrebbe essere molto ostico, perché si dovrebbe ottimizzare il budget scegliendo un numero inferiore di strumenti per la propria strategia

La sfida tra HubSpot e Salesforce viene vinta da…

Come ormai avrai capito, HubSpot e Salesforce sono molto simili e si può decretare un vincitore solamente a seconda della funzionalità specifica e dai piani di pagamento.

Per riassumere…

  • Prezzo: Hubspot ha un piano gratuito, che include CRM e funzionalità di base. Se serve una spinta maggiore, puoi scegliere di acquistare o il singolo Hub o l’intero piano (Starter, Professional e Enterprise). Salesforce richiede invece un pagamento per ogni utente, molte funzionalità sono disponibili come applicazioni standalone acquistabili e “componibili” con le altre. 
  • CRM, reporting e previsione di vendita: HubSpot offre reportistica e previsioni di vendita avanzate, ma non nella versione gratuita. Salesforce non ha una versione free, ma può vantare funzionalità di CRM molto avanzate nei piani base.
  • Marketing: HubSpot ha “inventato” l’inbound marketing, quindi è uno strumento all-inclusive per il marketing senza pari e disponibile già in parte nel piano gratuito. Salesforce non perde la faccia, ma la “frammentazione” dei servizi, da acquistare singolarmente, potrebbe essere un problema per aziende con un budget limitato.

Quindi, il verdetto? HubSpot, lato marketing, non ha paragoni, ma se la gioca con Salesforce anche nel campo in cui quest’ultimo è considerato il campione, ossia il le vendite. 

Tuttavia, il mio consiglio è quello di effettuare un test: prova la versione gratuita di HubSpot e la prova free di Salesforce, se hai modo. Non c’è soluzione migliore per capire quale dei due si adatta meglio alle tue necessità


Se hai già deciso che HubSpot è ciò che ti serve, puoi attivare una demo gratuita – in questa pagina – per avere tutto il supporto di un marketer di Larin Group: possiamo guidare il tuo team o far parte della tua squadra. 

Se invece vuoi rimanere aggiornato sul mondo della marketing automation? Allora iscriviti a Connect The Dots, la newsletter di marketing che ti serve! Arriveranno altri capitoli della saga HubSpot vs… Il mondo!

Hubspot vs Salesforce: qual è il miglior tool per il marketing

Scarica la versione stampabile

Stanco di scorrere? Scarica una versione PDF per una più semplice lettura offline e condivisione con i colleghi.

Prendiamoci un caffè insieme

Potrebbe interessarti anche…

Scroll to Top

Hai un progetto? Parliamone insieme!