Il Lettherarium, una storia di successo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Salvatore e Samira sono due ragazzi che hanno lasciato un posto fisso di lavoro per seguire la loro passione per il tè. Oggi sono due giovani imprenditori di successo della realtà bellunese.

Ecco voi la storia del Lettherarium, il negozio e sala da tè nel cuore del centro storico di Belluno.

Se aveste domandato tre anni fa ai bellunesi che cosa pensavano dell’apertura di un locale la cui filosofia ruota attorno alla cultura del tè, probabilmente due su tre vi avrebbero risposto che una realtà così non avrebbe avuto vita lunga nel nostro territorio. E invece non è andata affatto così.

Oggi vogliamo raccontarvi una storia di coraggio, passione e spirito d’iniziativa di due ragazzi con i quali abbiamo il piacere di collaborare. Una di quelle storie che danno la giusta carica per lanciarsi nei progetti in cui si crede, anche se il mondo attorno a te sembra suggerirti che stai sprecando il tuo tempo, tentando di scoraggiarti.

E’ la storia di Salvatore Coletti Bramante (33 anni) e di Samira Di Maio (29 anni), due ragazzi che due anni fa hanno deciso di mollare tutto e di seguire la loro passione comune per il mondo del tè. Il 14 ottobre 2014 hanno inaugurato il Lettherarium, un locale e negozio specializzato nella vendita e somministrazione del tè, ma che in realtà vende anche molti altri prodotti che sono tutti il frutto di una ricerca minuziosa e di ore ed ore di studio, spesso la sera tardi quando l’attività glielo permette.

Pochi credevano in noi” ci racconta Cola che in questo momento è con Samira dall’altra parte dell’Italia alla ricerca di un prodotto top secret. “Quello che abbiamo realizzato è un concetto troppo nuovo. Un locale a Belluno che non vende nemmeno una birra, o l’ombretta bellunese… ci davano dei pazzi quando abbiamo annunciato il nostro progetto, ci davano al massimo sei mesi”.
Continua Samira “E poi nessuno dei due aveva mai avuto un’esperienza da commerciante prima di quel momento! E invece eccoci qua: se credi in una cosa la puoi fare, con fatica certo, con cognizione di causa, con passione, cercando sempre la qualità e restando aggiornati, ma ce la si fa”.

La nostra chiacchierata con loro prosegue su un argomento che ci lascia quantomeno sorpresi: chiediamo a Salvatore che tipo di clientela è solita frequentare il Lettherarium e ci risponde che in realtà un target non c’è. “La cosa bella è che non c’è un target! Vengono da noi i trentenni appassionati di tisane, ma anche i ragazzi di 15 anni per mangiare i cookies, e le signore perché sanno che da noi trovano prodotti buoni, certificati e che sono il frutto di una ricerca davvero intensa”.
A questo punto interviene Samira che ci dice che qualche difficoltà iniziale l’hanno avuta, sicuramente collegata al clima generale di diffidenza con cui il Lettherarium è stato accolto, però poi aggiunge: “Non è vero che a Belluno la gente non è interessata a questo tipo di realtà: prima la gente non credeva in noi, adesso ci cercano”.
La loro attività sta rapidamente crescendo ed è diventata anche un punto di riferimento culturale: Samira e Salvatore infatti organizzano spesso degli appuntamenti informativi, ad esempio sull’alimentazione naturale e sul mondo degli animali, e incontri con scrittori aperti a tutta la popolazione.

Parlando con i due giovani imprenditori è difficile non farsi contagiare dal loro entusiasmo, com’è difficile anche non restare affascinati dal coraggio che hanno avuto. Sono passati due anni e non solo sono ultra conosciuti nel territorio bellunese, ma iniziano anche ad essere menzionati tra le migliori sale da tè del Veneto (a tale proposito vi suggeriamo di leggere questo articolo che parla di loro).

Per noi di Larin il Lettherarium è promosso a pieni voti, con bacio accademico. La nostra conversazione si chiude con una frase di Salvatore che ci dice: “Stiamo viaggiando in quinta, ora è il momento di mettere la sesta.”
Cos’avranno in mente i due?

P.s. Trovate il Lettherarium in Via Mezzaterra, 7/f, nel centro storico di Belluno.

Prenota una consulenza

Potrebbe interessarti anche…

Torna su

Hai un progetto? Parliamone insieme!